Le addizioni femminili

E' finalmente pronto il mio nuovo libro, il settimo, e ho quindi raggiunto Biancaneve.

E' un romanzo intitolato "Le addizioni femminili", è un mio piccolo gioiello, a cui ho lavorato tanto, con sincerità e passione, per non dimostrare null'altro che quello che ho scritto.

Lo presenterò in anteprima sabato 19 dicembre alle ore 19.00 al Caffè Nobile, a Verona. Se volete passare a darmi una carezza, vi aspetto.

 

 "Chi è stato colpito da un colpo di fulmine, o quantomeno da un colpo di candela come il mio, sa di cosa parlo. È una rivelazione, è come se una grande mano nerboruta ti acchiappasse con la forza, mentre stai gironzolando come un fesso in mezzo a tutte le relazioni più sbagliate, e ti mettesse lì davanti a lei, dicendo: “Eccola, è lei quella che cercavi, basta girare a vuoto, deficiente!”. Non la puoi contraddire quella grande mano, perché ti accorgi subito che ha ragione.

Non pensai a tattiche, strategie, timidezze. Davanti a quei Mojiti srotolai tutto il copione della conoscenza, che però quella volta non mi sembrava ritrita, ma naturale. Tutto con lei lo fu, sin da subito. Nessuna forzatura. Mi sentivo di poterle raccontare tutto me stesso e tutta la mia vita, lì, quella sera, e non mi sarebbe apparso strano.

Il problema, con quel colpo di fulmine, come un po’ con tutti i colpi di fulmine, era però capire se fosse reciproco. Se lo è, puoi prendere un volo per le Hawaii la sera stessa dell’incontro e andarci a vivere con lei, nutrendoti di amore e collane di fiori (se riesci a digerire le collane di fiori). Ma se non lo è, bisogna stare attenti, perché la linea di demarcazione tra l’apprezzare un corteggiamento entusiasta e chiamare il 113 per denunciare un molestatore è molto sottile."

 

LE ADDIZIONI FEMMINILI

Che cosa succederebbe se gli amori passati si ripresentassero tutti insieme, a confondere passato e presente, realtà e immaginazione? È quello che capita al protagonista, Luca, barista trentenne con tutte le incertezze e le domande di una generazione. Serio ma non troppo, ingenuo fino a strappare la risata, Luca si trova assolutamente impreparato di fronte a questi nuovi vecchi incontri. Ne segue una serie di eventi inaspettati, che vengono a scombinare la sua vita tranquilla, in una Verona che, timidamente, riesce a raccontare tutta la bellezza della vita di provincia.

Le aritmetiche amorose del protagonista verranno definitivamente sovvertite; un gioco del destino, in cui la realtà è più sorprendente di tutte le innumerevoli ipotesi. Il risultato dell'assommarsi dei ritorni, infatti, sarà per Luca una rivelazione ben più grande, che arriverà, sul finale a sorpresa, a mostrargli il volto dell'unica persona con cui

veramente fare i conti.

Una storia magica e coinvolgente, che parla della vita e dei sogni di tutti noi.

Scrivi commento

Commenti: 0

Alberto Fezzi

News

28.11.2017

Libreria Feltrinelli, Verona, ore 18.30: presentazione del nuovo romanzo "No!".

 

 

25.11.2017 

Caffè Nobile, Verona, ore 19.30: anteprima del nuovo romanzo "No!", già finalista, da inedito, al Torneo Letterario Io Scrittore 2017.